Fashion, Fashion Events

Massimo Rebecchi Fashion Show: Spring Summer 2011

Eccomi qui con un altro post della Milano Fashion Week.
Questa volta vi racconto della mia prima sfilata vista dal vivo…
Caliamoci nell’atmosfera….
“Anni 70’. Serate glamour a St. Tropez. Questa è la femminilità Massimo Rebecchi p/e 2011 che trova il suo lato contemporaneo anche nelle note di chitarra della top ed ora anche singer Karen Elson. Abiti di pizzo macramè color carne con tocchi di giallo e pizzo Chantilly con intarsi di camoscio laserato.
Abiti lunghi di seta con spacchi seducenti, s’ispirano alle stampe foulard dai disegni geometrici, floreali e animalier arricchiti da collane gioiello e lunghe frange. Tute di jersey di seta fluido, scolli all’americana.
Accessori: sandali con fiori laserati, decolleté retrò lavorati, nei colori verde, smeraldo e giallo. Borse in canvas con stampe floreali colorate, borse in pelle lavata color mou. Foulard che si trasformano in borse o top con colli gioiello. Colori : sabbia e terre mischiate ai gialli, bianco. Le gamme dei rosa dai cipria ai rosa america. Tonalità stucco e lava. Arancio protagonista che rinnova le tonalità neutre dal mastice all’argilla.”
È stato davvero emozionante partecipare in prima fila alla sfilata di Massimo Rebecchi.
Ambientazione suggestiva, musica elegante e abiti da sogno….

You Might Also Like

Previous Story
Next Story

4 Comment

  1. Alessandra Nido
    1 ottobre 2010 at 06:49

    Ah! Invidiosa… dev'essere stato stupendo!

  2. Lucia Del Pasqua
    1 ottobre 2010 at 07:07

    io adoro il giallo! la sfilata mi è piaciuta molto

  3. Sarah CHIC NEVERLAND
    2 ottobre 2010 at 13:28

    Scusa la mia curiosità…ma…come hai fatto ad avere l'invito??
    grazie 🙂

    http://chicneverland.blogspot.com/

  4. Eli ::: The Gummy Sweet
    4 ottobre 2010 at 11:29

    ehilà! eccomi di ritorno sul blog… sono stata assente per qualche giorno ^_^
    @Sarah: ero già in contatto con loro perchè ero stata anche all'inaugurazione dello store in Corso Como dove per caso ero stata intervistata.

Comments are closed.